Nobuyoshi Araki Effetto ARAKI 

di Roberta Bortolotti

 


Nato a Tokio nel 1940 sotto il segno dei Gemelli (25.05.1940), conosciuto in tutto il mondo per le sue fotografie di genere erotico in cui ritrae la tecnica giapponese del Kinbaku (disciplina che consiste nel legare una persona in un contesto erotico/artistico), ha contribuito a esaltare la fotografia giapponese a livello internazionale definendola un punto di riferimento per l’arte contemporanea.
Oggi è considerato una figura unica nello scenario della fotografia contemporanea, capace di aver usato la sua esistenza come bacino da cui attingere per esaltare la propria creatività.
Famose sono le immagini del suo viaggio di nozze con l’amata moglie Yoko, o la serie di fotografie legate al gatto Chiro con il quale ha condiviso una tranche di 20 anni.

  • image1
  • image2
  • image3
  • image4
  • image5
 

Araki compie i primi passi, ritraendo scene ludiche di bambini in un contesto urbano o immortalando scene ambientate nella metropoli nipponica ispirandosi alla fotografia neorealistica.

  • image10
  • image6
  • image7
  • image8
  • image9
 

Gradualmente, però, qualcosa in lui cambia avvertendo la macchina fotografica come un ‘mezzo’ capace di esaltare la bellezza in ogni contesto.
Si delinea, dunque, la poetica dell’autore che si esprime nel concetto di catturare l’esplosione della bellezza nell’attimo prima in cui inizia a sfiorire.
Sono un esempio emblematico le immagini delle composizioni floreali e i ritratti femminili.

  • image11
  • image12
  • image13
 

Particolarmente interessante la sezione di fotografie intitolata Love on the Left Eye del 2014, nella quale, colpito da un problema all’occhio destro, ha riprodotto immagini oscurando parte di campo, esattamente secondo le sue capacità visive del momento, e insegnando che anche da un’evento sfortunato la bellezza può sempre essere colta dall’artista.

  • image14
  • image15
  • image16
  • image17
  • image18
 

La grande capacità di Araki, nasce dal suo amore per la vita:
‘una passione irrefrenabile che la fotografia rende visibile’.
E le sue immagini , così vive così pulsanti indipendentemente dal soggetto carpito, esprimono bene questa sua passione.
Lui è consapevole della caducità delle cose, quindi, si sente responsabile di rendere unico e autentico il momento.

 

Tutte le foto di corredo a questo articolo sono tratte dal Catalogo Effetto ARAKI, SKIRA editore.